ECONOMIAԑ PRIMO PIANO

Istat, terzo trimestre 2019: crescono reddito e consumi delle famiglie

Nel terzo trimestre del 2019 reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato a quello precedente, risultato che ha fatto incrementare i consumi dello 0,4%. Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è diminuita di 0,1 punti percentuali scendendo all’8,9%. Lo rileva l’Istat che ha accertato un aumenta dello 0,3%  sui redditi delle famiglie, un surplus che ha messo in moto la crescita del potere d’acquisto e di conseguenza ha fatto aumentare i consumi.

Il reddito disponibile delle famiglie, infatti, nel terzo trimestre del 2019 è salito nuovamente ma la crescita congiunturale, pari allo 0,3%, perde vigore rispetto al trimestre precedente (+1,0%). Stesso discorso per il potere d’acquisto, che registra identici valori, grazie alla dinamica nulla dell’inflazione.

L’istituto nazionale di statistica ha inoltre rilevato che l’incidenza del deficit, ovvero l’indebitamento netto, delle Amministrazioni pubbliche rispetto al Pil è rimasta pressoché invariata rispetto al terzo trimestre del 2018 (1,8%), in quanto “la riduzione dell’avanzo primario è stata quasi completamente bilanciata dalla contrazione della spesa per interessi“.

istat terzo trimestre 2019
Fonte (Twitter)

Per quanto riguarda la pressione fiscale è stata pari al 40,3%, in riduzione di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre secondo le stime preliminari sull’inflazione di dicembre, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, è in aumento dello 0,2% su base mensile e dello 0,5% su base annua (da +0,2% del mese precedente).

Nell’ambito delle società non finanziarie la quota di profitto, pari al 40,7%, è rimasta invariata rispetto al trimestre precedente, si è invece registrato un leggero aumento del tasso di investimento, pari al 21,4%, salito di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Articoli Correlati