SPORTԑ PRIMO PIANO

Kipchoge, maratona sotto le 2 ore, ma il record non vale

VIENNA. Giornata storica per l’atletica mondiale. Oggi Eliud Kipchoge, è stato il primo atleta a riuscire a correre una maratona sotto le due ore. Da quella tragica marcia da Maratona ad Atene per annunciare la vittoria dei greci sui persiani conclusa con la morte di Fedippide all’odierna incredibile corsa contro il tempo tra le nebbie di Vienna, di anni ne sono passati 2.500.

Tra i viali del Prater, grande polmone verde della capitale austriaca sulle rive del Danubio famoso per il suo parco divertimenti e la gigatesca ruota, Kipchoge ha fermato i cronometri in 1h 59′ 40″, un tempo inimmaginabile fino a pochi anni fa, ottenuto in condizioni favorevoli sia per quanto concerne il meteo che il supporto tecnico. Il trentaquattrenne maratoneta keniano è stato supportato da ben 41 “lepri”, che per tutti i 42,195 chilometri si sono avvicendati al comando per dettare il ritmo ideale al fine di correre sotto le due ore.

La performance non potrà essere omologata come record: troppe le anomalie di questa corsa perché possa essere assimilata alle altre. L’impresa, comunque resta, anche perché a compierla non è un uomo qualsiasi, ma il campione olimpico in carica, nonché detentore del record mondiale ufficiale: Kipchoge lo ha stabilito poco più di un anno fa a Berlino, correndo una maratona vera in 2h 1′ 39”.

Loading...

Articoli Correlati