TURISMOԑ LOMBARDIAԑ PRIMO PIANO

La bellezza e il paesaggio che circondano Villa del Balbianello

COMO. Definita “lo scrigno proteso sul lago di Como”, Villa del Balbianello nel comune di Tramezzina è un’elegante dimora del XVIII secolo, circondata da un meraviglioso giardino che ha ospitato letterati e viaggiatori. Il suo ultimo proprietario, Guido Monzino, nel 1988 decise di lasciarla in eredità al Fai, Fondo ambiente italiano, e, forse, non si sarebbe immaginato che, per il quinto anno consecutivo, Villa del Balbianello si sarebbe confermata il bene del Fai più visitato d’Italia, con 120mila presenze da tutto il mondo registrate a fine settembre. Il Cardinal Durini, letterato e mecenate, nel Settecento scelse questo luogo come posto di delizia e di svago letterario. Da allora, è curioso pensare che, attualmente, il richiamo suscitato dalla Villa ha riguardato il matrimonio, un anno fa, tra due famosi attori di Bollywood, Ranveer Singh e Deepika Padukone.

esterni villa del balbianello, fai
Esterni di Villa del Balbianello – Immagine dal sito Fai

A impreziosire questo scorcio d’Italia che pare incastonato tra il verde delle piante e il blu dell’acqua, c’è il porticciolo ricavato tra le rocce, che accoglie i visitatori in arrivo dal lago. Inoltre, la loggia Durini, una monumentale struttura ad archi, dove si trova un Ficus Repens (fico rampicante originario dell’Asia tropicale), decorata con una rosa dei venti intarsiata nel pavimento, rappresenta il testimone silenzioso del passaggio di chi fa visita alla villa. E, ancora, l’eredità di Guido Monzino, viaggiatore, collezionista, e primo italiano in cima all’Everest, è stata lasciata ai posteri sotto forma di preziose raccolte di oggetti rari, come quelle di arte primitiva (con esemplari africani, precolombiani, egizi, arcadici e inuit), di carte geografiche, stampe ottocentesche, libri, tappeti, e dipinti su vetro del XVIII secolo. Le imprese dell’alpinista, invece, sono raccontate all’interno del Museo delle Spedizioni di Villa del Balbianello, attraverso gli affascinanti cimeli. Infine, una nota romantica aleggia attorno e dentro la villa, custode di viali fiancheggiati da statue, terrazze panoramiche, abbondanti fioriture, e tutta questa bellezza paesaggistica italiana ha spinto molti registi di Hollywood ad ambientare qui celebri saghe, come quelle di Star Wars e 007.

Villa del Balbianello è aperta al pubblico fino a lunedì 6 gennaio 2020. Per informazioni: faibalbianello@fondoambiente.it

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati