• BENESSERE

La dieta perfetta per le vacanze estive

Sarebbe più corretto chiamarla educazione alimentare ed adottarla sempre. Anche in vacanza.

Che si vada in villeggiatura o meno, se riusciamo a staccare la spina e a rilassarci siamo poco propensi a metterci a dieta, nel vero senso della parola. Quella abbisogna di un dietologo vero, di esami accurati ed è una cosa seria: seguita alla lettera dà risultati.

Ciò di cui abbiamo bisogno oggi per avvicinarci al cibo nel miglior modo, sono una serie di consigli che in realtà tutti conosciamo ma ci piace dimenticare e rimandare, perché si sa che la dieta si inizia sempre il lunedì seguente.

Questo a seguire è un vademecum semplice, per ricordarci che alla fine siamo ciò che mangiamo e che non esistono regole che non si possano adattare alla nostra persona.

Primo passo: partiamo dalla nostra pelle

Esposta al sole, sia che ci spostiamo al mare/montagna, sia che visitiamo qualsiasi luogo o ce ne stiamo a casa, ha bisogno di essere protetta; non solo con protezioni solari in crema spray o in polvere – sì, in polvere – ma soprattutto dall’interno, con gli alimenti che ci aiutino a proteggerci dal sole, naturalmente.

Abbiamo bisogno di cibi ricchi di carotenoidi, come la carota, la zucca, il melone, l’albicocca, il peperone, che siano in grado di potenziare le difese della nostra epidermide. Sappiamo bene che i pomodori contengono un prezioso carotenoide, il licopene, antiossidante per eccellenza, capace di grande efficacia contro le bruciature causate dai raggi ultravioletti.

Come potete vedere non è richiesto un grande sforzo se nella nostra dieta quotidiana abbiniamo frutta e verdura in giuste quantità: diventa un piacere mangiare un’insalata a pranzo, accompagnata da proteine e se usiamo un estrattore/centrifuga possiamo bere ottimi concentrati di vitamine ed antiossidanti. La nostra pelle ringrazierà ed abbronzata o meno sarà bellissima.

Cosa possiamo mangiare sotto l’ombrellone o in montagna?

Ricordiamo tutti quelle commedie all’italiana in cui si facevano grandi abbuffate in spiaggia, ma sappiamo bene che se ingolliamo cibi grassi ed iperlavorati il nostro organismo è chiamato ad uno sforzo notevole per poterli digerire, creando problemi di pesantezza, cali di pressione, sudorazione.

dieta per le vacanze estive
La dieta perfetta per l’estate

Come ovviare a questi inconvenienti?

Con cibo fresco, sano e gustoso: frutta in generale, sì a melone ed anguria, fragole, frutti di bosco, perfetti per la circolazione sanguigna soprattutto delle donne e spuntini a base di semi e frutta secca. Così l’apporto calorico rimane sotto controllo e soprattutto se villeggiamo in montagna, camminando, pedalando o facendo tracking potremmo calmare i morsi della fame con gli stessi snack consigliati sotto l’ombrellone, perché ricordiamo quanto in montagna le radiazioni solari aumentino considerevolmente ed il nostro livello di guardia rispetto al sole vada tenuto alto.

Da bere? Nessuno vieta di brindare con qualche bicchiere di vino o accompagnare la pizza alla birra, ma certamente sarebbero da privilegiare bevande ricche di vitamine, succhi fatti in casa e tisane a temperatura ambiente, oltre che centrifughe ed esatti di frutta e verdura, ricchi di sali minerali e fibre.

In realtà sappiamo tutti cosa dovremmo evitare

Per chi ha la memoria corta:

NO a spuntini ricchi di sale come patatine, cracker, taralli…

NO a biscotti, in generale, dolci, gelati industriali, tutto ciò che aumenta considerevolmente la nostra sete

NO a bibite zuccherine/gassate, alcol, vino

Ma siamo in vacanza e di divieti non ne vogliamo

Vero. Allora usiamo il buonsenso e porzioni ridotte: un’ ottima modalità per ridurre le calorie ed essere soddisfatti della gola.
Lo stesso discorso vale per gli abbeveraggi: sì all’acqua, da consumare in quantità superiore alle nostre abitudini perché col caldo il nostro corpo perde maggiori quantità di liquidi. Se non esageriamo possiamo concederci il giusto drink senza toglierci il piacere della condivisione ma facciamo attenzione a non eccedere, con conseguenti lacrime di coccodrillo quando saliremo sulla bilancia.

Tutti i dietologi/nutrizionisti sono d’accordo: il valore di ciò che mangiamo si trova nella qualità, non nella quantità, per un corpo sano che ci fa godere appieno della nostra estate ed in genere della nostra vita.

Tags

Cristina Baron

Nata a Brescia, a 18 anni mi sono trasferita a Londra per un periodo. Al ritorno ho conseguito a Milano la laurea con indirizzo internazionale pubblicistico. Vivo a Torino da 30 anni ed ho un figlio. Mi sono sempre occupata di scrittura anche ricoprendo ruoli imprenditoriali. Ho scritto e pubblicato due romanzi e ne ho altri nel cassetto. Il mio lavoro, la mia vita sono da sempre accompagnati da incessante curiosità ed inguaribile passione.

Articoli correlati