DAL MONDO

“La Groenlandia non è in vendita richiesta Usa è assurda”

 GROENLANDIA. Il premier danese Mette Frederiksen ha definito “assurdo” l’interesse espresso dal presidente americano Donald Trump per l’acquisto della Groenlandia: lo riporta oggi l’emittente Usa Cnn, che cita il quotidiano groenlandese Sermitsiaq. “La Groenlandia non è in vendita. La Groenlandia non è danese. La Groenlandia appartiene alla Groenlandia”, ha detto ieri Frederiksen al giornale: “Spero vivamente che questo (interesse) non sia inteso seriamente”, ha aggiunto sottolineando che gli scambi avuti alla Casa Bianca fra Trump ed i suoi collaboratori su questo argomento si rivelano una “discussione assurda”.

    Il premier della Groenlandia “Kim Kielsen ha naturalmente chiarito che la Groenlandia non è in vendita – ha concluso Frederiksen -. E qui la conversazione finisce”. L’ interesse di Trump sarebbe legato alle risorse naturali e all’importanza geopolitica dell’isola. A suscitare la curiosità di Trump sarebbe stato un suo collaboratore durante una cena la scorsa primavera. Questi gli avrebbe detto che la Danimarca fa fatica a finanziare il sussidio – per l’equivalente di circa 457 milioni di euro – che ogni anno invia al territorio, prima di suggerirgli che gli Stati uniti dovrebbero comprarlo. “Cosa ne pensate?”, avrebbe chiesto a quel punto Trump sempre secondo il Wall Street Journal: “Pensate che funzionerebbe?”. Da allora, prosegue il giornale, il presidente ha parlato della prospettiva di acquistare la Groenlandia in numerose occasioni. Alcuni suoi consiglieri si sarebbero detti favorevoli, sottolineando i vantaggi economici di una tale operazione. Già nel 1946 Harry Truman propose alla Danimarca di comprare la Groenlandia per 100 milioni di dollari, ma la sua offerta venne rifiutata.

Loading...

Articoli Correlati