CULTURATURISMOԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

La magia del Festival dell’Oriente, e non solo, dal 15 marzo a Torino

TORINO. Puntuale come ogni anno torna in città il Festival dell’Oriente dal 15 al 17 marzo prossimo e dal 22 al 24, presso il Lingotto Fiere, nel contesto del festival “Torino Incontra il Mondo”. Il sapore internazionale di quest’ultimo evento, il più grande d’Europa, passa attraverso un viaggio itinerante tra cultura, arte, tradizioni folklore, musica, e sapori. Su una superficie espositiva di 73mila metri quadrati, show, attrazioni, seminari, esibizioni si alterneranno tra atmosfere celtiche, danze irlandesi, concerti country, e molto altro ancora.

Tra le numerose offerte rivolte al pubblico ogni giorno, il Festival dell’Oriente proporrà mostre fotografiche, bazar, stand, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze, arti marziali, corsi, terapie tradizionali con i suoi padiglioni dedicati a yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale. India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia ,Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet rappresentano alcune delle nazioni in cui ci si potrà immergere, tra antico e moderno.

Un happening che da mattino a sera regalerà, tra gli oltre 400 appuntamenti, la cerimonia del tè, quella della vestizione del kimono, le magie dei massaggiatori tradizionali tailandesi, gli origami all’Ikebana, le usanze del matrimonio indiano, il tutto in più di 500 spazi espositivi. Non solo esibizioni, quindi, ma anche vestiario, borse, calzari, tessuti, monili, gioielli antichi, amuleti, incensi, candele, oli essenziali, tattoo, oggettistica da interni ed esterni, mobilio, quadri, tappeti, arazzi, pietre, vasi, ceramiche, statue, libri, spezie, per citare alcuni dei prodotti in esposizione.

Iniziato a Milano, il Festival dell’Oriente, dopo aver toccato Bologna, Genova, e Torino, proseguirà verso Roma, Napoli, Perugia, Carrara, e Padova. Il biglietto giornaliero unico ha un costo di 13 euro.

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati