SALUTEԑ PRIMO PIANO

La solidarietà delle piazze d’Italia per i malati di Sla

Sono state 150 le piazze italiane che hanno celebrato la “XII Giornata nazionale sulla Sla”, grazie ai 300 volontari presenti ieri, 15 settembre, che hanno raccolto fondi per le persone colpite dalla sclerosi laterale amiotrofica, con la distribuzione di 15mila bottiglie di vino Barbera d’Asti Docg per un’offerta di dieci euro. L’iniziativa dell’associazione Aisla, sostenuta dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, e Unione Industriale della Provincia di Asti e di VisitPiemonte, la società in house della Regione Piemonte per la valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio, partecipata anche da Unioncamere, dopo l’illuminazione verde dei monumenti italiani nella notte tra il 14 e 15 settembre (grazie al patrocinio di Anci), è stata nominata “Un contributo versato con gusto”. In Italia si stimano più di 6mila persone affette da Sla, e si prevede che ogni anno si registreranno circa 2mila nuovi casi.

monumento verde
Foto Aisla onlus

In Piemonte oltre dieci piazze tra Alba, Asti, Cuneo, Novara, Biella, e Torino hanno partecipato all’iniziativa. Ad Asti la Giornata Nazionale sulla Sla, che ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è sostenuta dalla Lega Serie A, si è inserita all’interno delle iniziative della Douja D’Or, 53esimo Salone dei Vini Selezionati. Inoltre, per il secondo anno, Fondazione Mediolanum Onlus ha sostenuto “Baobab”, il progetto dell’associazione avviato nel 2018 e dedicato ai figli piccoli e adolescenti di persone con Sla, finalizzato a indagare l’impatto psicologico della malattia sui più piccoli, aiutandoli con percorsi di psicoterapia.

logo giornata sla

Massimo Mauro, presidente nazionale di Aisla Onlus, ha dichiarato: «Trovarci oggi alla vigilia della nostra dodicesima edizione della Giornata Nazionale Sla, testimonia che eccellenza, passione e solidarietà possono essere armi efficaci per offrire un aiuto concreto alle tante famiglie costrette a convivere con questa malattia. Proprio grazie alla Giornata Nazionale, infatti, Aisla ha potuto aiutare quattrocento persone in tutta Italia. Questo non sarebbe possibile senza il supporto dei nostri partner, le realtà astigiane e Regione Piemonte, che hanno generosamente scelto di sostenere quest’iniziativa».

Articoli Correlati