SPETTACOLITURISMOԑ PRIMO PIANOԑ SICILIA

L’alba nella valle dei Templi con eroi e miti dell’antica Grecia

AGRIGENTO. Conosciuta come “Città dei templi”, Agrigento ha una storia antica, che risale al 580 a.C., anno della sua fondazione. Raggiunto il massimo splendore nel V secolo a.C., nel corso delle guerre puniche fu conquistata dai Romani, poi dagli Arabi, e quindi dai Normanni. La sua bellezza storica l’ha inserita tra i patrimoni Unesco dell’umanità, grazie alla distesa di templi dorici dell’antica città greca che si trovano nella valle dei Templi. E proprio qui, nel Parco dei Templi di Agrigento, l’estate fa risorgere dei ed eroi in carne e ossa, pronti a raccontare le storie dei miti greci. Tutto ciò accade all’alba, quando, alle ore 5, gli archeologi e le guide del parco accompagnano i turisti in una passeggiata lungo l’antica strada che congiunge i due templi maggiori. «I templi venivano intonacati, e poi dipinti con uno stucco bianco al quale era mescolata polvere di marmo per renderli lucenti come pietra, mentre i colori, probabilmente blu, rosso e tocchi di giallo venivano usati per il frontone, i capitelli, i collari delle colonne», spiega uno dei giovani archeologi di Coopculture, la società che gestisce i servizi offerti dal parco archeologico.

eroi e miti in scena nella valle dei templi

A stupire i visitatori, irrompono diversi personaggi: Paride che deve scegliere la più bella tra Era, Afrodite, e Atena, ma anche e Edipo accecato dalla sua tragedia, e Ulisse che si strappa dalle braccia della maga Circe, o Andromaca che piange l’amato Ettore. È il teatro, che porta in scena gli attori della “Casa del Musical”, giovani siciliani diretti da Marco Savatteri. I miti e le storie dell’antichità rivivono anche attraverso altre testimonianze, come vasi, anfore, e boccali del museo Griffo, un gioiello di architettura Anni Sessanta incastonato ad arte nel chiostro medievale della chiesa di san Nicola.

eroi e miti in scena nella valle dei templi

Le visite all’alba nella valle dei Templi sono in programma il 28 luglio, e nelle quattro domeniche di agosto, senza dimenticare la possibilità dei percorsi al tramonto (tutti i giorni fino al 15 settembre prossimo), integrati dalla visita guidata nelle catacombe. Un nuovo magico percorso, con una passeggiata dolce tra distese di mandorli e pistacchi, collega la collina dei templi agli scavi archeologici, che negli ultimi anni hanno portato alla luce un quartiere romano di epoca ellenistica, e proprio di recente i resti del teatro. 

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati