DAL MONDO

L’attore Cameron Boyce è morto nel sonno. Stava seguendo una terapia

NEW YORK. L’attore Cameron Boyce, giovanissima star delle serie televisive di Disney Channel, è morto a 20 anni. “È con un cuore profondamente pesante che riportiamo che questa mattina abbiamo perso Cameron”, ha detto un portavoce a nome della famiglia, citato dalla Abc. Il giovane “è morto nel sonno a causa di un attacco, risultato di una condizione medica in corso per la quale era in cura”. Boyce ha recitato in “Jessie”, un programma televisivo su una ragazza di una piccola città, interpretato da Debby Ryan, che lavora come baby sitter per una famiglia benestante dopo essersi trasferita a New York. Boyce era uno dei bambini della famiglia. Cameron inizia la sua carriera da modello all’età di sette anni, quando appare nel catalogo promozionale della Disney.

Nel giugno 2008 esordisce in televisione nel ruolo di “Michael ‘Stone’ Cates Jr.” nella soap opera “General Hospital: Night Shift”. Nel settembre 2011 ottiene il ruolo di co-protagonista nella serie televisiva “Jessie” in cui interpreta “Luke Ross”, un dodicenne adottato malizioso e dipendente dai videogiochi. Nel 2015 partecipa al film Disney per la televisione “Descendants”, dove interpreta il figlio di Crudelia De Mon. Ruolo che ha definitivamente consacrato la sua fama come star della Disney. Il giovane viveva nei pressi di Los Angeles con i genitori, la sorella minore e un cane. Una delle sue principali passioni era la danza, tanto che con altri quattro amici era membro del gruppo “X Mob”, il suo genere preferito era la break dance.

Articoli Correlati