AMBIENTEԑ PRIMO PIANOԑ TRENTINO ALTO ADIGE

Le batterie organiche dell’italiana Ges che salvaguardano l’ambiente

TRENTO. Sta dalla parte dell’ambiente per un futuro sostenibile Green Energy Storage (Ges), azienda nata nel 2015 e composta da un team tutto italiano, supportato da un comitato scientifico composto da illustri ricercatori internazionali, che rivolge la propria mission verso l’efficienza energetica, la ricerca, e le tecnologie d’avanguardia. E in questo senso è stato sviluppato il progetto di batterie organiche per l’accumulo di energia rinnovabile, sfruttando l’energia solare ed eolica, grazie a un accordo in esclusiva per l’Europa con l’Università di Harvard.

Sviluppando un sistema di accumulo organico basato sul chinone, molecola che si estrae dai vegetali e dagli scarti del petrolio, Ges è riuscita a raccogliere su MamaCrowd più di 2 milioni di euro da investitori privati. «Nel 2019 sarà avviata la grande produzione della prima serie commerciale di batterie a flusso», afferma Salvatore Pinto, Presidente Green Energy Storage. In tre anni Green Energy Storage ha sviluppato e sta commercializzando un prodotto, compiendo un percorso che i principali competitor hanno realizzato in circa dieci anni, si legge sul MamaCrowd, la prima piattaforma di equity crowdfunding italiana per capitale raccolto e campagne di successo, che propone startup preselezionate da una rete di acceleratori e incubatori partner esperti, promettenti società che già fatturano e business innovativi validati dal mercato.

L’obiettivo della campagna, chiusa da un paio di giorni, è quello d’investire i capitali raccolti per potenziare la produzione di questi innovativi sistemi di accumulo di energie rinnovabili. «I numeri confermano come l’equity crowdfunding stia diventando sempre più uno strumento adatto anche per i round milionari di startup e Pmi», dichiara Dario Giudici, Ceo di Mamacrowd.




Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati