• 16 Gennaio 2021
  • CULTURA

Le eccellenze di cultura, musica e sport sostengono l’iniziativa “Leggere: forte!”

Personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della musica e dello sport hanno scelto di prestare la propria voce a “Leggere: forte!”, il progetto della Regione Toscana che, con la direzione scientifica dell’Università di Perugia, promuove la lettura ad alta voce con più determinazione che mai in tempi di Coronavirus e che in questa situazione di emergenza ha trasformato la propria azione attraverso l’ideazione e realizzazione di risorse online qualificate per bambini di tutte le fasce d’età, soprattutto per la fascia 0-6, la più penalizzata in epoca di didattica a distanza, in modo da poter garantire un’esposizione alla lettura di storie quotidiana, condizione necessaria per apprezzare nel lungo periodo benefici di tipo cognitivo.

“Leggere: forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza” si arricchisce di voci note che leggono storie per bambini e ragazzi. Ci sono attrici come Laura Morante e attori come Nicola Rignanese o Giovanni Anzaldo, scrittori come Antonio Ferrara e scrittrici come Valentina Carnelutti o Licia Troisi. Ancora, il giornalista e video reporter Saverio Tommasi e perfino musicisti come Andrea de Rocco “Pupillo” dei “Negramaro” e calciatori quali Leonardo Pavoletti o l’arbitro Marco Guida. E la lista non finisce qui.

Leggere forte

Una squadra eccellente di lettori, che ha risposto con entusiasmo all’appello del gruppo di ricerca dell’Università di Perugia che sta lavorando su “Leggere: forte!” e a quello della rete di LaAV – Letture ad Alta Voce, partner di progetto. Tra le collaborazioni anche un rilevante contributo di importanti autori di libri per ragazzi editi da Mondadori, Rizzoli ed Edizioni Piemme-Il Battello a Vapore: tra loro Licia Troisi, ma anche Daria Bertoni, Stefano Tofani e molti altri. Molte case editrici si sono dichiarate disponibili a collaborare per questo specifico progetto, da Babalibri a Orecchio Acerbo a molte altre specializzate per bambini e ragazzi.

Tra i lavori più significativi da ascoltare spicca l’estratto di Pinocchio letto da Nicola Rignanese, che ha realizzato una vera e propria drammatizzazione del testo in cui, da solo, caratterizza ogni personaggio con un dialetto diverso.

Chi legge cosa – I lettori testimonial di “Leggere: forte!”

  • Laura Morante, attrice – Il guardiano dei porci, H. C. Andersen;
  • Nicola Rignanese, attore – Pinocchio (estratto), C. Collodi;
  • Andrea De Rocco “Pupillo” (Negramaro), musicista – Carolina lenta chiocciolina, ed. Edibimbi;
  • Leonardo Pavoletti, calciatore Il piccolo Principe (estratto), A. De Saint Exupery;
  • Marco Guida, arbitro – Il tenace soldatino di stagno, H. C. Andersen;
  • Giovanni Anzaldo e Giulia Rupi, attoriI vestiti nuovi dell’imperatore, H. C. Andersen;
  • Antonio Ferrara e Marianna Cappelli, scrittoriIntelligenze, A. Ferrara e A. Papini;
  • Valentina Carnelutti, attrice e scrittrice – La posta invisibile, M. Stipi;
  • Marco Cattaneo, giornalista – Il calcio e lo scolapasta. Zio Billy e i suoi amici, M. Cattaneo;
  • Saverio Tommasi, giornalistaSiate ribelli praticate gentilezza, S. Tommasi;
  • Daniele Nicastro, scrittoreLampo, il cane ferroviere. D. Nicastro;
  • Alessandro Cosentini, scrittoreracconto da “Gli asparagi e l’immortalità dell’anima”, A. Campanile e “Toccare il buio”, M. Cosentini;

Gli autori che leggono i loro libri grazie alla collaborazione con Mondadori, Rizzoli ed Edizioni Piemme-Il Battello a Vapore sono:

  • Licia TroisiI casi impossibili di Zoe&Lu. Un’amica da salvare, Mondadori;
  • Daria BertoniLibera. Un’amica tra le onde, Mondadori
  • Christian HillIl ladro dei cieli, Rizzoli;
  • Stefano TofaniSette abbracci e tieni il resto, Rizzoli;
  • Claudia Fachinetti con Massimo VacchettaNinna, il piccolo riccio con un grande cuore Edizioni Piemme-Il Battello a Vapore;
  • Roberta MarascoFazzoletti Rossi, Edizioni Piemme-Il Battello a Vapore;
  • Gianumberto AccinelliVoci della natura, Edizioni Piemme-Il Battello a Vapore;

Il progetto “Leggere: forte! Ad alta voce,fa crescere l’intelligenza”

Attraverso questa iniziativa la Regione Toscana punta a introdurre gradualmente in tutte le scuole di ogni ordine e grado la lettura ad alta voce quale strumento per lo sviluppo delle competenze cognitive di base dei bambini e dei ragazzi, del potenziamento della loro capacità intellettiva, delle abilità relazionali, delle emozioni, dello sviluppo del pensiero critico.

È un progetto di Regione Toscana realizzato con Università degli studi di Perugia, Ufficio scolastico regionale per la Toscana, Indire (Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa), Cepell (Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) e la collaborazione di LaAV (Letture ad Alta Voce).

Tags

Redazione

Leggi ancora