DAL MONDO

L’India delle caste “esclude” 2 milioni di persone dalla cittadinanza

NEW DELHI. Quasi 2 milioni di persone sono state escluse dalla cittadinanza nello stato dell’India orientale di Assam. L’elenco, noto come il registro nazionale dei cittadini, punta a identificare i residenti legali ed eliminare gli immigrati illegali dallo stato.

Supportata dal governo nazionalista indù del premier Narendra Modi, la misura è vista dai critici come un tentativo di espellere milioni di persone della minoranza musulmana, molti dei quali entrati dal confinante Bangladesh.

Articoli Correlati