TURISMOԑ MARCHE

L’Itinerario Romantico nella provincia di Pesaro e Urbino

L’hanno definito l’Itinerario Romantico perché si sviluppa tra mare, antichi borghi, paesaggi indimenticabili, e terre testimoni di grandi storie d’amore. È l’Itinerario della Bellezza nella provincia di Pesaro e Urbino, presentato da Confcommercio Marche, che ha voluto dare risalto a territori unici come Gabicce Mare con la sua spiaggia dorata, le passeggiate tre le botteghe e i negozi del Parco Regionale del Monte San Bartolo, ma anche le “Città dell’amore” di Gradara, Fossombrone, Sant’Angelo in Vado, e Cagli, in cui vissero appassionate storie d’amore.

fossombrone, itinerario romantico
Fossombrone – Itinerario Romantico

Il castello dell’amore di Gradara, ad esempio, è intriso dell’atmosfera romantica della relazione tra Paolo e Francesca, narrata da Dante nella Divina Commedia. L’intero borgo “profuma” dell’amore dei due giovani, che si può immaginare tra il verde che circonda le mura, la passeggiata degli innamorati, la Scalinata dell’amore di Elio Fiorucci. Un’altra coppia, Guidobaldo da Montefeltro ed Elisabetta Gonzaga, visse il proprio amore nelle Marche, a Fossombrone. Il loro matrimonio, nel 1489, si rilevò un’unione indissolubile, un legame ammirato da tutti e cantato dai poeti del tempo, ma non privo di una nota tragica, una malattia che portò lentamente alla morte Guidobaldo a 35 anni.

Altre città dell’amore sono Cagli e Sant’Angelo in Vado. Nella prima si ricorda il legame tra Lucia Ugolinucci e il dottor Vincenzo Piccinini, mentre la seconda, capitale del tartufo, fu teatro dell’amore contrastato ma indissolubile tra il ricco romano Mennenio e la povera celtica Nicia. Qui numerosi turisti lasciano in consegna alla Domus del Mito, residenza gentilizia romana del primo secolo d.C., omaggio degli Dei per celebrare l’amore tra Ugolinucci e Piccinini secondo la leggenda popolare, le proprie pene d’amore.

Informazioni: lemarchediurbino.it

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati