CRONACHEԑ PRIMO PIANO

Maltempo inarrestabile in Alto Adige, Piemonte e Liguria

Le ultime notizie dall’Alto Adige riguardano la neve, che in queste ore sta cadendo intensamente nella regione, causando la chiusura di strade. Trafoi attualmente risulta isolata, come anche la Val Martello da Ganda, la Val Senales da Certosa, la val Ridanna da Stangh,e e la val Casies da Tesido. È inoltre bloccata la statale della Pusteria tra Versciaco e Prato alla Drava, e l’Alemagna tra Dobbiaco e Cima Banche. In Val d’Ega, a causa del rischio troppo elevato, sono stati interrotti i lavori di recupero di alberi caduti. La Protezione civile dell’Alto Adige informa che sono 2mila le utenze senza corrente, in zone della Val Pusteria e Brunico, e 500 gli interventi eseguiti in 48 ore. L’ospedale di Brunico e la vicina casa di riposo sono stati riforniti da due generatori di emergenza da 400 kw dei vigili del fuoco del Corpo permanente di Bolzano, una delle due linee dell’alta tensione di Terna danneggiate dalla neve lungo la tratta Bressanone-Dobbiaco è stata riparata.

Alto Adige: il vertice della Centrale operativa, riunitosi con l'assessore alla protezione civile Arnold Schuler
Alto Adige: il vertice della Centrale operativa, riunitosi con l’assessore alla protezione civile Arnold Schuler

Il vertice della Centrale operativa, riunitosi con l’assessore alla Protezione civile Arnold Schuler, ha deciso che l’autostrada del Brennero in direzione Nord, a partire da San Michele all’Adige, sarà percorribile lungo una sola corsia di marcia, prevedendo un’ulteriore zona di filtro presso l’area di sosta Sadobre a Campo di Trenl’s. «Stiamo facendo tutto il possibile per garantire alla popolazione il maggior livello di sicurezza», sono state le parole dell’assessore Schuler. Pioggia, neve, e disagi alla viabilità non si arrestano per ora. Il grado di pericolosità per le valanghe è stato portato al livello forte, il quarto su una scala di cinque. Pur se a scartamento ridotto è stata riaperta anche la linea ferroviaria della Val Pusteria, ma i treni fanno registrare alcuni ritardi. La metà delle compagnie dei vigili del fuoco volontari presenti sul territorio, ovvero 138, sono state in servizio e hanno messo a disposizione le loro infrastrutture nelle zone dove vi erano problemi di approvvigionamento energetico e di linea telefonica. Chiesto alla popolazione di non utilizzare il numero unico 112 per informazioni sulla situazione, in modo tale da consentire alla Centrale di emergenza di poter svolgere al meglio il proprio lavoro (info viabilità e meteo).

Inoltre, in Piemonte tecnici E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione, sono al lavoro per il ripristino del servizio elettrico interrotto in numerose zone a causa del maltempo. La Provincia più colpita è quella di Cuneo, con 15mila utenze senza luce. Disservizi anche nel Torinese (8mila clienti disalimentati) e Verbano-Cusio-Ossola (5mila clienti disalimentati).

Frane, alberi caduti e allagamenti. Sono numerosi gli interventi dei vigili del fuoco della provincia di Imperia, per l’ondata di maltempo che si è abbattuta, ieri sera e la scorsa notte, su tutto l’estremo ponente della Liguria. In via Goethe, a Sanremo, è franata la strada dov’erano parcheggiati alcuni veicoli: un’auto e un furgone sono rimasti in bilico sul cratere mentre gli altri mezzi sono stati spostati dai proprietari allertati dalle forze dell’ordine. In via Bandette, a Ventimiglia, la strada è stata sommersa da una ondata di fango e di terra, in seguito allo smottamento dalla sovrastante collina. La circolazione è stata interrotta anche in un tratto di via San Secondo. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire anche tra San Lorenzo al mare e Cipressa per dei massi sulla strada. A Triora, invece, alcuni alberi sono scesi sulla via che porta in frazione Verdeggia, ostruendo il passaggio.

Tromba d’aria prima delle 5 di oggi a Marina di Carrara (Massa Carrara): devastato il ristorante di un hotel sul lungomare, attualmente chiuso, e danneggiati anche alcuni stabilimenti balneari. Nessuno è rimasto ferito. In particolare la tromba d’aria ha fatto volare via la copertura sulla strada del ristorante dell’albergo, finito in strada. La zona del lungomare è tutt’ora bloccato perché i vigili del fuoco stanno bonificando l’area dai detriti sospinti dalle fortissime raffiche di vento.

A causa del forte vento stanno volando sulla strada alcuni pezzi del tetto del palazzetto dello Sport in viale Danubio, a Fiumicino. La struttura è da tempo chiusa per inagibilità. «Per questo motivo, ai fini della sicurezza, finché durerà il forte vento, il tratto di viale Danubio di fronte al palazzetto rimarrà chiuso al traffico. Anche la linea Cotral subirà una leggera modifica nel suo percorso», comunica l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Caroccia.


Articoli Correlati