ECONOMIAMODAԑ LOMBARDIA

Moda, numeri da capogiro: sono 222 mila le imprese italiane

MILANO. Il connubio moda-Italia porta con sé numeri da capogiro: 222mila imprese presenti in tutta la penisola, di cui 34mila solo in Lombardia, seguita da Campania con 32mila, e Toscana con 28mila. In testa la regione lombarda con la Milano Fashion Week, dal 19 al 25 febbraio 2019, vede Palazzo Giureconsulti della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, in piazza Mercanti angolo piazza Duomo, tra le sedi dell’evento.

I bozzetti degli abiti di Sanremo

Sono 13mila le imprese del capoluogo lombardo, ma il podio spetta a Napoli con 21mila, mentre Roma ne conta 15mila. Vengono poi Firenze, Prato, Bari, e Torino, senza dimenticare che quelle maschili pesano nel settore moda per il 58%. Gli addetti nel settore a Milano arrivano a essere 91mila sui 192mila in Lombardia, e gli 846mila nazionali, valutando un giro d’affari che supera i 20 miliardi di euro. Si avverte, poi, una spinta del design nella moda, dove Milano è capofila.

Inoltre, l’export dei tessili aumenta, aggirandosi su un quarto del totale italiano, che è di 39 miliardi. In Lombardia seguono Como con 1,1 miliardi, Bergamo con quasi 756 milioni, Varese con 704 milioni, e Mantova con 665 milioni. In crescita emergono Lodi, Pavia, e Cremona. Gli Stati Uniti sono divenuti nel 2018 il maggior partner per l’export lombardo con 979 milioni, prima di Francia con 911 milioni, Hong Kong con 818 milioni, Cina con 713 milioni, e Germania con 652 milioni. In crescita Austria, Croazia, Canada, Emirati Arabi Uniti, e Giappone.

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati