CRONACHEԑ PRIMO PIANO

Montagna fatale: morti in Trentino un jumper e un biker

MIlANO. La montagna continua a mietere vittime. In questo primo fine settimana di bel tempo si sono registrati due morti per incidenti alpini in altrettante località del Trentino, mentre nella Bergamasca, come avevamo accennato nel pomeriggio, è stato trovato senza vita un uomo disperso giovedì. Si tratta dell’escurzionista Stefano Lamera, 33 anni, di Scanzorosciate. Il corpo si trovava in una zona tra il Monte Cereto e il Purito nel Bergamasco.

Ma il soccorso alpino ha segnalato altri interventi in Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Veneto. In Trentino, non c’è stato nulla da fare per un base jumper inglese di 32 anni che si è lanciato dalla cima del Sass Pordoi in Val di Fassa: prima di riuscire ad aprire la vela è andato a sbattere contro le rocce, precipitando in un canalone. A Pregasina sopra Riva del Garda un biker di 50 anni della provincia di Brescia è precipitato in uno strapiombo dopo aver perso il controllo della sua mountain bike mentre stava scendendo lungo un sentiero esposto a una quota di circa 800 metri.

Articoli Correlati