DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Myanmar, frana in una miniera di giada. Almeno 113 i morti

Secondo un primo bilancio, oltre i 113 morti, ci sarebbero circa 200 persone rimaste intrappolate nella miniera. Il crollo sarebbe stato causato dalle intense piogge monsoniche dei giorni scorsi.

Una frana ha colpito oggi una miniera di giada nel nord del Myanmar, nello Stato birmano di Kachin, uccidendo almeno 113 minatori. A riferirlo la stampa locale, secondo cui i soccorritori hanno già estratto i corpi senza vita delle vittime, ma molti minatori restano ancora dispersi.

Conferma la notizia il dipartimento dei vigili del fuoco del Paese che ha annunciato:”I minatori di giada sono stati investiti da un’ondata di fango che ha colpito (la miniera) dopo forti piogge“, aggiungendo che le squadre di soccorso sono ancora impegnate sul posto.

Myanmar frana miniera

L’incidente è avvenuto intorno alle otto del mattino, ora locale, poco distante dal del villaggio di Sate Mu. Stando alle informazioni raccolte, gli operai della cava sono stati sorpresi e travolti da un’ondata di fango. Secondo quanto riportato da un primo bilancio diffuso dai media locali si parla di almeno cinquanta vittime e duecento persone rimaste intrappolate.

Immediato l’intervento dei soccorritori che iniziato la fase di ricerca ed estrazione dei corpi dalle macerie. Una lotta contro il tempo tra la vita e la morte. Secondo un funzionario locale il crollo sarebbe stato causato dalle intense piogge monsoniche dei giorni scorsi, perturbazioni che hanno anche causato frane e smottamenti in altre aree del Paese.

Norbert Ciuccariello

Tags

Articoli Correlati