ECONOMIAԑ CAMPANIAԑ PRIMO PIANO

Napoli, commercianti non riapriranno per protesta contro il rischio fallimento

NAPOLI. Volantini sulle vetrine dei negozi per protestare e per dire che non riapriranno in vista della Fase 2. L’iniziativa è di alcuni commercianti di via Chiaia, a Napoli.

“Le partite Iva di Napoli unite – commercio, artigianato, turismo, libere professioni e lavoro autonomo – denunciano l’alto rischio di fallimento delle micro e piccole imprese e la mancanza di aiuti concreti da parte dello Stato”, dicono rivolgendosi al premier Conte, come alle istituzioni locali. E chiedono: assegno di solidarietà a tutti i dipendenti; contributo economico per il pagamento dei canoni di fitto dei locali; finanziamenti a fondo perduto; abolizione di tutti gli f24 (tasse ed imposte); stop alle cartelle esattoriali; sospensione degli accertamenti da parte dell’agenzia delle entrate e dell’inps; svalutazione delle merci in magazzino.

Articoli Correlati