SCIENZEԑ PRIMO PIANO

Naso all’insù per l’eclisse: la luna diventa rosso sangue

TRIESTE. Lo spettacolo del 21 gennaio prossimo sarà uno di quelli imperdibili per gli appassionati del cielo, e non, da godersi senza alcuna protezione per la vista, meglio se attrezzati di un binocolo. L’eclisse di Luna che si verificherà, infatti, è un appuntamento al quale non mancare, in quanto per la prossima si dovranno attendere dieci anni, fino al 31 dicembre 2028.

All’alba di lunedì 21 gennaio, come spiega in un articolo Mauro Messerotti, ricercatore all’Inaf (Istituto nazionale di astrofisica) di Trieste, questo tipo di eclisse totale accade nel momento in cui Sole, Terra, e Luna sono allineati, e la Terra nasconde la luce del Sole alla Luna, proiettando su di essa un cono di penombra e un cono d’ombra coassiali.

Il moto della Luna quindi entra nel cono di penombra della Terra nella fase iniziale dell’eclisse, per cui si determina una lieve diminuzione dell’intensità della luce solare riflessa dalla superficie lunare, non identificabile, purtroppo, a occhio nudo, originando un’eclisse parziale. Da qui in poi la luce del disco lunare diminuisce a poco a poco, fino a quando la Luna si trova interamente dentro il cono d’ombra, dando il via alla fase di eclisse totale.

Cosa si potrà ammirare il 21 gennaio? L’eclisse non potrà essere osservata interamente, in quanto la Luna tramonetrà prima del termine dell’eclisse parziale, ma per circa un’ora l’astro non deluderà i suoi ammiratori. Al centro dell’eclisse, alle ore 6.12 del mattino, la Luna si troverà a 14 gradi di altezza sull’orizzonte nella costellazione del Cancro in direzione Ovest-Nord-Ovest.

Gli orari dell’eclisse sono calcolati per la città di Trieste, ma le circostanze varranno per tutta l’Italia: ad esempio, mentre a Trieste la Luna tramonterà alle ore 7.47, l’orario per Catania sarà alle ore 7.18, precludendo la visione di buona parte della fase finale dell’eclisse di penombra.

Alcuni dati interessanti. La luce riflessa acquisisce una colorazione bruno-rossastra, proveniente dalla colorazione che la luce solare assume attraversando gli strati al bordo esterno dell’atmosfera terrestre. Inoltre, sono state, e saranno, 21 le eclissi totali di Luna visibili nell’arco temporale 2001-2050, e di queste, dieci interamente, mentre per le restanti 11 solo la fase di totalità.

Infine, la prossima eclisse totale di Luna di cui sarà visibile tutta la fase di totalità avverrà tra nove anni 11 mesi e 10 giorni (31 dicembre 2028), e la prossima eclisse totale di Luna visibile in tutte le sue fasi tra dieci anni dieci mesi e 29 giorni (20 dicembre 2029).

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati