SPETTACOLIԑ PRIMO PIANO

Nel 1923 nasceva la leggendaria Walt Disney Company

La missione della Walt Disney Company, si legge sul sito, è quella di intrattenere, informare, e ispirare le persone in tutto il mondo attraverso il potere di una narrazione senza pari, che riflette i marchi iconici, le menti creative e le tecnologie innovative che rendono la nostra azienda di intrattenimento al mondo. Fondata il 16 ottobre 1923 sul motto di “Se puoi sognarlo puoi farlo” da Walt Disney e suo fratello Roy con il nome di Disney Brothers Studios, è una multinazionale statunitense, con sede principale a Burbank in California. Inizialmente era uno studio di animazione, che, cominciando nel 1928 con una serie animata su Topolino, arrivò ai lungometraggi animati con cui fece fortuna, aprendo, in seguito, anche parchi a tema, tra cui Disneyland, investendo in Borsa, in un canale televisivo, Disney Channel, e nei Disney Store.

Chi era Walt Disney? Sicuramente un visionario con uno sguardo romantico, nato a Chicago nel 1901, e divenuto disegnatore, cineasta, e produttore cinematografico, ottenendo nella sua carriera numerosi premi Oscar e un David di Donatello. Secondo i più Topolino rappresentò sin dagli esordi il suo alter ego, che lo fece arrivare, insieme con cartoni animati che erano film d’animazione – tra i quali Biancaneve e i sette nani, Pinocchio, Fantasia, Dumbo, Bambi, La carica dei 101, Il Re Leone, Frozen e moltissimi altri – fino a ottenere la Stella sulla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles. E proprio ieri, 15 ottobre, è stato annunciato il trailer per la nuovissima live action firmata Disney + “Lady and the Tramp” (Lilli e il vagabondo), basato sul classico animato del 1955, che ha debuttato la scorsa notte durante l’ABC “Dancing with the Stars”, e sarà presentato in anteprima su Disney + quando il nuovo servizio di streaming verrà lanciato il 12 novembre prossimo.

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati

Ti potrebbe interessare

Close