DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Non migliora ancora la situazione dei contagi negli Usa

NEW YORK. I morti per coronavirus hanno superato i 150 mila, secondo i dati della Johns Hopkins University.
    I casi di contagio negli Usa sono 4.396.030, sempre secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins. La prima vittima, riporta la Cnn, si è avuta il 29 febbraio.

Il 23 aprile, 54 giorni dopo, i morti erano 50 mila. Gli Stati Uniti oltrepassavano la soglia dei 100 mila morti il 27 maggio, 34 giorni più tardi. Ci sono voluti infine 63 giorni per raggiungere e oltrepassare le 150 mila vittime.  Mentre solo ieri gli Stati Uniti hanno registrato ieri 1.267 decessi per coronavirus in 24 ore, per un totale di quasi 150.700 vittime.
    Lo riporta la Johns Hopkins University, che conta 68.086 nuovi contagi in un giorno per gli Usa a quota 4,24 milioni. La Florida è stata particolarmente colpita, con un record di 216 nuovi decessi nelle ultime 24 ore per un totale di oltre 6.300 morti.

Articoli Correlati