• 25 Gennaio 2021
  • CRONACHE

Omicidio di Milano, gli inquirenti brancolano ancora nel buio

MILANO. Indizi ma troppo pochi e troppe zona d’ombra sul delitto, almeno per il momento. Un omicidio troppo efferato, con una coltellata a tagliare di netto la gola, per ipotizzare una rapina finita male.

E’ una valutazione di inquirenti e investigatori che stanno indagando sul ‘giallo’ della morte del ginecologo campano Stefano Ansaldi, sgozzato sabato vicino alla stazione Centrale di Milano. Nelle indagini dei carabinieri, coordinate dall’aggiunto Laura Pedio e dal pm Adriano Scudieri, è stata disposta l’autopsia. Si sta cercando di capire perché il medico fosse arrivato a Milano quel pomeriggio. Accanto al corpo c’erano la sua valigetta e il suo Rolex a terra. Gli sono stati portati via il portafogli e il cellulare.  

Tags

Redazione

Leggi ancora