PERSONAGGIԑ PRIMO PIANOԑ SICILIA

Palermo: a Ballarò il museo dedicato agli attori Franco Franchi e Ciccio Ingrassia

PALERMO. Il primo piano di Palazzo Tarallo in via delle Pergole a Ballarò sarà la sede del museo di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. È il palazzo dove hanno sede gli uffici della toponomastica del Comune di Palermo. Il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore comunale alla cultura Andrea Cusumano e l’architetto della toponomastica del Comune di Palermo Michelangelo Salomone hanno preso questa decisione con una delibera di giunta dello scorso 1 febbraio.

“Avevamo fatto richiesta per l’apertura del museo nel 2016, finalmente dopo tre anni , è arrivata l’assegnazione di una sede per il museo da noi tanto attesa. Noi speravamo che arrivasse prima del 2018, l’anno di Palermo capitale della cultura – spiega lo storico di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia Giuseppe Li Causi – I figli dei due attori  Maria Letizia e Massimo Benenato e Giampiero Ingrassia metteranno in mostra il pianoforte e la fisarmonica di Franco Franchi, i vestiti di scena dei numerosi film e spettacoli dei due artisti, locandine e tantissime foto”. È prevista l’apertura di uno spazio multimediale dove i bambini della scuola primaria potranno vedere e conoscere i film e gli spettacoli dei due attori palermitani che hanno fatto la storia del cinema e dello spettacolo italiano.

L’ingresso al museo sarà libero. “Speriamo che entro il 2019 possa essere allestito il museo – spiega Li Causi – Già nel 2012 abbiamo inaugurato la piazzetta dietro il teatro Biondo dedicata a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Poi nel 2015 è stato allestito uno spazio verde dedicato al cantante Domenico Modugno che ha scoperto i due attori palermitani. In quella occasione l’artista Gianfranco Ragusano ha donato il bassorilievo che raffigura il cantante e due attori. Mi riempie di gioia il fatto che questo progetto del museo dedicato ai due attori palermitani potrà essere portato finalmente  a termine”, conclude Li Causi.

Loading...

Giuseppe Muri

Giornalista pubblicista dagli Anni Ottanta, si occupa di cronaca e di costume. Ha lavorato per un lungo periodo nelle redazioni di testate locali piemontesi. Appassionato di storia, ha svolto alcune inchieste legate a fatti importanti che hanno caratterizzato il Novecento italiano.

Articoli Correlati