SPORTԑ PRIMO PIANO

Parma, due colpi nel segno dall’Atalanta: arrivano Conelius e Kulusevski

Non c’è ombra di dubbio che il Parma sia tra le società più attive in questo inizio di sessione di calciomercato e grazie agli acquisti effettuati sino ad oggi sembra che sulla carta abbia notevolmente innalzato il livello della rosa. Dopo gli arrivi di Giuseppe Pezzella (d, Udinese), Laurini (d, Fiorentina), Karamoh (a, Inter), Dermaku (d, Cosenza), Hernani (c, Zenit), Adorante (a, Inter), Martella (d, Pescara), Colombi (p, Carpi) si aggiungono quelli dell’attaccante Andreas Cornelius e del trequartista Dejan Kulusevski, entrambi provenienti dall’Atalanta.

parma cornelius Kulusevski
L’annuncio social di Cornelius e Kulusevski (Twitter @1913parmacalcio)

L’ufficialità è arrivata stamane dal sito della società ducale che con un comunicato ufficiale ha affermato: “La Società Parma Calcio 1913 comunica l’acquisto a titolo temporaneo biennale con obbligo di riscatto del giocatore Andreas Evald Cornelius (Copenaghen, 16.3.1993) e l’acquisto a titolo temporaneo annuale del giocatore Dejan Kulusevski (Stoccolma, 25.4.2000), entrambi provenienti dall’ Atalanta Bergamasca Calcio. Andreas Cornelius ha firmato con i crociati un contratto fino al 30.06.2024.

Entrambi i giocatori sono scandinavi: per Cornelius, centravanti danese, sarà il secondo anno in Serie A dopo la stagione 2017/18. Infatti nella scorsa annata è reduce da un prestito al Bordeaux. Al suo approdo in Italia è stato considerato da molti come il possibile erede di Zlatan Ibrahimovic, ma sfortunatamente è riuscito a malapena a tenere il confronto con il collega di ruolo Andrea Petagna: nella stagione 2017/18 il danese ha realizzato 6 reti in 31 partite (di cui 3 in campionato), mentre l’italiano ha realizzato lo stesso numero di gol in 39 match (di cui 4 in campionato). Torna in Italia per cercare la definitiva consacrazione e il salto di qualità.

parma cornelius Kulusevski
Andreas Cornelius (Twitter Atalanta)

Qualità che invece non mancano a Kulusevski, trequartista svedese tra le rivelazioni del passato campionato Primavera. Nella passata stagione ha rappresentato uno dei punti cardini dell’Atalanta Primavera, vincitrice dello scudetto, con il quale ha giocato 19 partite tra campionato e fase finale, nelle quali è stato autore di 9 reti e 12 assist. Numeri che lo hanno incoronato secondo miglior assistman del campionato durante la regular season, dietro il compagno di squadra Nadir Zortea, e gli hanno permesso di vincere il premio come miglior calciatore della Fase Finale Piermario Morosini” del Campionato Primavera 1 TIM 2018/2019.

Inoltre il giovane fantasista ha avuto l’onore nello scorso 20 gennaio di debuttare nel massimo campionato italiano nella sfida in trasferta contro il Frosinone. Un esordio avvenuto al 72′, sul risultato parziale di 0-4, al posto di Marten De Roon. La partita è terminata poi 0-5 per gli orobici. Sempre nello scorso campionato ha avuto modo di giocare contro il Milan per 31 minuti e solamente 1 minuto nella partita seguente contro il Torino.

Due profili che sicuramente faranno comodo alla causa parmigiana, che spera di rigenerare Cornelius, acquisito in prestito biennale con obbligo di riscatto, e quindi si può dire quasi di proprietà; mentre il discorso è differente per Kulusevski, in prestito annuale secco, della cui crescita ne beneficerà nel presente la sua attuale squadra, mentre nel lungo periodo avvantaggerà l’Atalanta che intelligentemente ha pensato di non vendere frettolosamente il calciatore ma di farlo valorizzare in una piazza che può essergli congeniale e può permettergli di trovare lo spazio che probabilmente non avrebbe potuto trovare a Bergamo.

Carlo Saccomando

Loading...

Articoli Correlati