DAL MONDO

Pesante scambi di insulti fra Kim Jong-un e il vicepresidente Usa Biden

COREA DEL NORD. La Corea del Nord ha risposto con gli insulti all’ex vicepresidente americano Joe Biden, definito”un pazzo dal basso quoziente intellettivo”: la colpa del candidato alle primarie dei democratici per le presidenziali 2020 è l’aver bollato il leader Kim Jong-un come un dittatore e un tiranno. I giudizi di Biden sono maturati in un discorso elettorale del fine settimana, sostenendo che gli Stati Uniti non dovrebbero abbracciare “dittatori e tiranni” quali Vladimir Putin e Kim, come fa il presidente Donald Trump.

“Il candidato presidenziale del Partito democratico durante la sua recente campagna elettorale ha sfoderato la retorica calunniando la leadership suprema della Corea del Nord”, ha tuonato l’agenzia ufficiale Kcna. “Quello che ha pronunciato è solo il sofisma di un imbecille privo di qualità elementare come un essere umano,per non parlare di un politico”, ha aggiunto. Biden,vicepresidente di Obama dal 2009 al 2017, risulta allo stato uno dei candidati principali per conquistare la nomination.

Loading...

Articoli Correlati