DAL MONDO

Possibile schiarita sul caso Huawei e nei rapporti commerciali Usa-Cina

USA. Il caso Huawei potrebbe essere risolto nell’ambito dell’accordo commerciale con la Cina: lo ha detto il presidente americano Donald Trump parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, pur definendo il colosso tecnologico cinese “molto pericoloso”.

“Francamente, non sono sicuro del significato specifico che il leader Usa, la parte Usa, abbia voluto dare”. Lo dice il portavoce del ministero degli Esteri cinese sulle affermazioni del presidente Donald Trump, secondo cui il caso Huawei potrebbe essere risolto nell’ambito dell’ accordo commerciale con la Cina, pur definendo il gruppo hi-tech “molto pericoloso”. Lu ha ribadito che gli Usa dovrebbero smettere di usare il potere statale contro le società di altri Paesi. “La Cina vuole risolvere le differenze con dialogo e consultazioni amichevoli”.

Intanto, il sito giapponese di Amazon ha deciso lo stop alla vendita diretta di apparecchiature con il marchio Huawei sul proprio negozio online, per ottemperare alle direttive del governo degli Stati Uniti. La divisione locale del sito dell’e-commerce americano consente ancora ai venditori esterni di pubblicare inserzioni, ma da oggi tutti i prodotti Huawei – dagli smartphone, ai tablet, fino ai personal computer, non saranno disponibili all’accesso diretto sulle pagine del sito. E anche Microsoft si adegua alla stretta: secondo il South China Mourning Post, il colosso di Redmond avrebbe iniziato a non accettare più nuovi ordini dal gruppo delle tlc di Shenzhen.

“In Europa, circa tre quarti degli utilizzatori di smartphone si affida a un dispositivo basato su Android. Huawei detiene circa il 20% di questo mercato. Pertanto questa decisione può avere gravi ripercussioni sui consumatori e sulle imprese che operano in tutta Europa”. Lo ha affermato Ken Hu, Deputy Chairman di Huawei, durante il suo intervento alla Conferenza sulla Cybersicurezza Nazionale di Potsdam. “non vogliamo costruire un nuovo muro commerciale, né tantomeno tecnologico” ha aggiunto.

Loading...

Articoli Correlati