DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Prossimamente in concerto l’ologramma di Whitney Houston

NEW YORK. Non è la prima a tornare in scena dopo la morte, ma al suo posto si esibirà un ologramma. La stessa sorte della Callas e di altri artisti è toccata alla cantante americana Whitney Houston, grazie a un progetto accordato con gli eredi e Primary Wave, una società specializzata nel marketing di brani classici. A supporto dei futuri concerti ci saranno la band originale e i cantanti di back-up, tra cui il fratello Gary. Un cambio di vedute da parte di Pat Houston, moglie di Gary ed esecutrice testamentaria della cantante, che in passato aveva respinto ogni offerta in merito. Oltre al tour dell’ologramma sono in cantiere un musical a Broadway, uno spettacolo in stile Las Vegas, e un album di brani ancora inediti i cui diritti sono al momento in mano alla Sony. «Si tratta di una questione di tempi. Per gli ultimi sette anni è stato difficile. Ora è l’ora essere strategici», ha affermato al New York Times Pat Houston, per anni manager della cantante.

W HOUSTON

Beneficiari dell’accordo, che prevede che Primary Wave acquisterà dagli eredi il 50% degli asset comprensivi di diritti d’autore di film e musica, oltre al diritto a sfruttare il nome e l’immagine, sono anche la madre di Whitney, e i due fratelli Gary e Michael. All’apice della carriera Whitney Houston era una macchina per far soldi con 11 successi “number one”, e decine di milioni di dollari di album venduti in tutto il mondo. «Prima che morisse, c’è stata troppa negatività attorno al suo nome. Non si parlava più della musica, gli scandali personali ne avevano oscurato la legacy, e la gente ha dimenticato come era grande», ha detto Pat Houston.

Loading...

Articoli Correlati