DAL MONDO

Protesta notturna delle donne libanesi a Beirut

Donne, candele, e bandiere nazionali hanno invaso questa notte il centro di Beirut. Nelle piazze della capitale del Libano, ma anche nelle maggiori città, sono state migliaia le donne e le ragazze a sfilare nei giorni scorsi, anche senza velo, e numerose vestite all’occidentale, per chiedere una società più libera per loro. Le proteste, iniziate lo scorso 17 ottobre, sono rivolte contro la manovra economica “lacrime e sangue” del governo di Saad Hariri. E in queste occasioni le protagoniste sono state proprio le donne, anche famose. Tra tutte, poi, Malak Alaywe, soprannominata “regina della rivoluzione”, che, a sua difesa, ha sferrato un calcio a una guardia del corpo nel ministro dell’Educazione, pronta a sparare con il mitra.

Articoli Correlati