LAVOROԑ PRIMO PIANO

Quattro consigli per ridurre le spese aziendali

Controllare e ridurre le spese di un’azienda è di grande importanza per evitare che le uscite arrivino ad essere maggiori rispetto al budget disponibile. Per questo motivo oggi vedremo alcuni consigli pratici per tagliare alcune spese evitabili in azienda e ottimizzare così la gestione di quest’ultima.

1) Monitorare le spese

Per capire dove è necessario tagliare bisognerà prima fare un’attenta analisi dei costi (magari sfruttando dei software progettati appositamente) e identificando quindi le spese fisse, variabili e i vari costi di gestione, ma anche quelli legati a trasferte, ad esempio. Una soluzione efficace in questo senso può essere confrontare le carte di credito aziendali sul comparatore Facile.it e scegliere quella più conveniente per le esigenze della propria azienda: così facendo, infatti, si potrà velocizzare la fase di contabilizzazione e avere un prospetto chiaro e trasparente delle uscite relative a un determinato lasso di tempo.

ridurre spese aziendali

2) Limitare le trasferte

Forse non tutti ne sono al corrente, ma un dipendente che si sposta spesso dalla sede di lavoro è molto più stressato e decisamente meno produttivo di chi non lo fa. Limitare le trasferte nel corso dell’anno può quindi essere di grande aiuto sia per aumentare l’effettiva produttività del personale sia per tagliare le spese legate ai trasporti e alla permanenza fuori città; meglio sfruttare strumenti come Skype, ad esempio, per aggiornarsi in tempo reale con clienti e colleghi che si trovano in altre sedi.

3) Tagliare gli sprechi

Troppo spesso le spese legate al consumo energetico e idrico in azienda vengono sottovalutate e considerate “inevitabili”. In alcuni casi, però, si verificano sprechi inutili che, se evitati, possono portare a un bel risparmio anno dopo anno. Come fare? Basta sostituire le lampade tradizionali con quelle LED e cercare di non abusare dell’aria condizionata (installando magari degli impianti di domotica capaci di autoregolarsi in base alla temperatura interna ed esterna): nella maggior parte dei casi sono sufficienti dei piccoli accorgimenti da parte del personale aziendale per arrivare a un risparmio notevole.

4) Valutare il passaggio ad altri fornitori

Molte volte capita che, per pigrizia o per paura di correre rischi, non si valutino altre soluzioni per quanto riguarda i fornitori dell’azienda. La realtà, però, spinge a un continuo confronto delle varie proposte commerciali e alla scelta di quella più adeguata per qualità e costi. Andando alla ricerca di fornitori diversi da quelli attuali si potrà risparmiare e avere magari anche prodotti e servizi più aggiornati.

Articoli Correlati