DAL MONDO

Quattro separatisti sono stati uccisi dai soldati indiani a Lassipora

NEW DELHI. Quattro militanti separatisti hanno perso la vita questa mattina in uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza indiane a Lassipora, nel distretto di Pulwama, nello stato del Jammu e Kashmir. A Pulwama il 14 febbraio scorso 45 membri delle forze paramilitari indiane furono uccisi in un attacco terroristico.

   Un episodio che innescò un confronto militare tra l’India e il Pakistan, accusato da New Delhi di dare ospitalità a gruppi terroristi anti-indiani. Secondo l’agenzia di stampa PTI la sparatoria di oggi è avvenuta nel corso di un’operazione di perlustrazione: tre militari e un poliziotto, rimasti feriti, sono ricoverati in ospedale. Il colonnello Rajesh Kalia, portavoce dell’esercito indiano con base a Srinagar, ha reso noto che i militanti erano affiliati alla formazione terroristica separatista Let, Lashkar-e-Taiba, e che nell’area degli scontri sono state trovate armi e munizioni.

Giuseppe Muri

Giornalista pubblicista dagli Anni Ottanta, si occupa di cronaca e di costume. Ha lavorato per un lungo periodo nelle redazioni di testate locali piemontesi. Appassionato di storia, ha svolto alcune inchieste legate a fatti importanti che hanno caratterizzato il Novecento italiano.

Articoli Correlati