CRONACHEԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

Richiesta la revoca dei domiciliari per l’insegnante di Prato

PRATO. È stata chiesta al tribunale del riesame la revoca degli arresti domiciliari dai difensori della donna di Prato di 31 anni, accusata di atti sessuali su minore e di violenza sessuale, che ha avuto un figlio da un 15enne, mentre è stato fissato l’interrogatorio di garanzia davanti al gip il prossimo 2 aprile. Gli avvocati della donna, che al ragazzo dava lezioni private, Mattia Alfano e Massimo Nistri, stanno valutando una nuova strategia, a seguito di ciò che è emerso dalle indagini, come gli innumerevoli messaggi con cui la stessa assillava il giovane riguardo al figlio nato. Inoltre la 31enne frequentava la palestra del 15enne, dove pare che non facesse mistero di aver avuto il secondo figlio da lui. Tra gli accertamenti un altro esame del Dna conferma che il marito della donna è il padre del loro primogenito, che ha undici anni. L’uomo è indagato per alterazione di stato civile per falsa dichiarazione di paternità del bambino che la moglie ha avuto dal 15enne.

Articoli Correlati