DAL MONDO

Sono 28 le “entità” cinesi nella lista nera dei diritti umani

NEW YORK. L’amministrazione Trump inserisce 28 entità cinesi nella sua lista nera, accusandole di essere implicate nelle violazioni dei diritti umani contro le minoranze musulmane nella regione del Xinjiang, ma non solo anche le opposizioni interne sono soggette a durissime repressioni, dalla carcerazione alla sparizione di diversi soggetti una associazione fra tutte ad essere colpita quella di Falun Gong.  

L’annuncio arriva a poche ore dall’avvio del nuovo round di trattative commerciali fra Stati Uniti e Cina e segue il video diffuso dalla Cnn che ritrae centinaia di uiguri con gli occhi bendati e le mani legate dietro la schiena. Fra le entità colpite diverse aziende tecnologiche, ma anche entità governative.

Articoli Correlati