• DAL MONDO

Sri Lanka, l’Isis rivendica gli attentati: i morti salgono a 359

COLOMBO. Il bilancio delle vittime degli attacchi di Pasqua in Sri Lanka sale a 359 morti. A renderlo noto è la polizia che ribadisce che altri 18 sospetti sono stati arrestati nella notte, facendo salire così a 58 le persone detenute perché collegate con gli attentati. A rivendicare l’attentato è stata l’Isis, senza tuttavia fornire alcuna prova del suo coinvolgimento diretto. La rivendicazione è giunta ieri attraverso Amaq, l’agenzia di propaganda del gruppo terroristico.

Gli attacchi sono stati compiuti in “rappresaglia” per la strage nelle moschee di Christchurch (Nova Zelanda) del 15 marzo scorso in cui morirono 50 persone: è quanto emerge da una prima indagine degli attentati di domenica – riporta l’emittente indiana Ndtv – costati la vita ad almeno 321 persone, secondo quanto ha riferito oggi in Parlamento il vice ministro della Difesa del Paese. 

Il premier dello Sri Lanka Ranil Wickremesinghe ha affermato che tutti gli arrestati finora per gli attacchi di Pasqua sono cittadini cingalesi e che alcuni degli attentatori hanno viaggiato all’estero per poi rientrare in patria. Gli investigatori, ha aggiunto, stanno compiendo buoni progressi nell’identificazione dei responsabili.

Tags

Articoli correlati