CRONACHEԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

Teatro Regio di Torino, aperta un’inchiesta per corruzione

TORINO. Al Teatro Regio è andata in scena una “rappresentazione” che certo non rende onore al glorioso palco che ha visto esibirsi stelle del firmamento teatrale. Perquisizioni della guardia di finanza sono infatti in corso nell’ambito di una inchiesta sul Teatro Regio di Torino.

    Le accuse per i 4 indagati sono di corruzione, turbativa d’asta e abuso d’ufficio. Coinvolte due società, una elvetica. Le perquisizioni sono in corso a Torino, Milano, Asti, Fermo e Ancona.
    Secondo l’operazione Spartito, coordinata dal procuratore aggiunto Enrica Gabetta e il pm Elisa Buffa, esisteva un legame tra l’ex sovrintendente William Graziosi, indagato, e un’agenzia teatrale svizzera, che avrebbe visto crescere il fatturato in seguito alla scritturazione dei suoi artisti. Sono emerse anche presunte irregolarità per la conferma di Graziosi, poi non avvenuta, e nell’affidamento di incarichi a persone a lui vicine per il marketing del Teatro.

Articoli Correlati