DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Turchia, rilasciati i cinque reporter accusati di terrorismo

ISTANBUL. Un tribunale d’appello di Istanbul ha deciso il rilascio di 5 ex giornalisti del quotidiano turco di opposizione laica Cumhuriyet, condannati in primo grado per reati di “terrorismo”. Tra questi c’è il noto vignettista Musa Kart. Lo riportano media locali. Secondo il legale dei reporter, il loro rilascio dovrebbe avvenire nelle prossime ore.

Nel mese di aprile del 2018 il tribunale di primo grado aveva emesso a Istanbul sentenze di reclusione dai 2 ai 7 anni per i giornalisti e amministratori del quotidiano. Alla sbarra erano finite 20 persone con un’accusa durissima: legami con il network dell’imam turco Fethullah Gulen, considerato da Ankara come la mente del golpe fallito nel 2016, e con il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) fondato da Abdullah Ocalan. Due organizzazioni ritenute entrambe terroristiche.

Il direttore Murat Sabuncu e il presidente del Consiglio direttivo, cioè l’editore del giornale, Akin Atalay, erano stati condannati in primo grado a più di 7 anni di carcere. Stessa pena per il reporter investigativo Ahmet Sik. Sentenze invece di 2 anni e mezzo per l’editorialista Kadri Gursel, uno fra i più noti nomi del giornalismo turco, mentre 3 anni e 9 mesi erano stati comminati al celebre vignettista Musa Kart.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati