CRONACHEԑ PRIMO PIANOԑ PUGLIA

Tutti contro tutti per l’ex Ilva: Asl, Comune, attivisti

TARANTO. Il vice presidente e amministratore delegato di ArcelorMittal Italia, Matthieu Jehl, ha parlato per la prima volta in televisione in un’intervista in esclusiva per il programma “PresaDiretta – Vertenza Italia”, che andrà in onda questa sera, 14 ottobre, su Rai 3. Pare che quello di Taranto sia l’unico progetto di questo tipo nel mondo, a oggi, di ArcelorMittal, per cui si è investito oltre un miliardo per il Piano Ambientale. «Lavoriamo su tutti gli aspetti del piano ambientale: sulla copertura, sul suolo, sull’acqua. Alla fine questo sarà il miglior piano ambientale di tutta Europa», ha affermato Jehl.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ritiene che il gruppo ArcelorMittal sia stato il peggiore degli acquirenti dell’ex Ilva di Taranto, mentre l’ex ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda afferma che lo stabilimento siderurgico non si può decarbonizzare. Nel frattempo i bambini, tra polemiche e preoccupazioni, sono ritornati sui banchi delle scuole vicino alle collinette dell’ex Ilva, dopo la chiusura voluta dal sindaco per inquinamento. Alcuni cittadini hanno presentato un esposto alla magistratura per contestare l’apertura delle scuole non accompagnata da un documento, ma il Comune di Taranto dichiara che c’è stata un’ordinanza di riapertura sulla base di dati Asl che garantiscono la sicurezza delle scuole. Dal canto suo l’attivista Luciano Manna riporta sulla propria pagina Facebook il comunicato dell’Asl di Taranto, evidenziandone un passaggio: “Non ci sono criticità di rilievo rispetto alle analisi della qualità dell’aria eseguite nei mesi marzo-luglio nel sito scolastico, ma la nota conclude: fermo restando tutte le altre procedure previste dal Testo Unico Ambientale, ovvero caratterizzazione, analisi di rischio ed eventuale bonifica”.

Sky tg24 del 12 ottobre 2019

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati

Ti potrebbe interessare

Close