CRONACHEԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

Udienza incidenti piazza San Carlo: 32 parti offese verso un accordo

TORINO. Prosegue il suo iter giudiziario il processo per i tragici fatti di piazza San Carlo. Sono 32 le “persone offese” per i fatti di Piazza San Carlo che hanno raggiunto un accordo con la Città di Torino e l’agenzia Turismo Torino (per il tramite delle assicurazioni Unipol e Reale Mutua) per ottenere un risarcimento. Per altre 23 le trattative sono in una fase molto avanzata.
    Il dato è emerso oggi a margine della ripresa dell’udienza preliminare, che fra gli imputati annovera anche la sindaca Chiara Appendino, su quanto avvenne in Piazza San Carlo durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League la sera del 3 giugno 2017, quando una serie di ondate di panico tra la folla provocò il ferimento di oltre 1.500 persone, 2 delle quali successivamente persero la vita. 

udienza piazza San carlo

Questa mattina sono state depositate in tribunale delle remissioni di querela e delle dichiarazioni di revoca di costituzione di parte civile. Uno degli accordi transattivi riguarda il decesso dell’ossolana Erika Pioletti. Ai responsabili del parapiglia che causò morti e feriti sono state inferte quattro condanne a poco più di 10 anni di carcere per omicidio preterintenzionale sono state inflitte ai giovanissimi marocchini accusati di avere scatenato il panico in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno 2017, spruzzando spray urticante tra la folla a scopo di rapina durante la proiezione della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. In piazza ci furono 1.672 feriti e, in seguito, morirono due donne per le lesioni riportate.

Loading...

Articoli Correlati