DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Una folla numerosa ai funerali dell’oppositore ucciso in Bielorussia

MOSCA. Migliaia di persone si sono radunate ieri attorno alla chiesa della Resurrezione di Cristo, a Minsk, per l’ultimo saluto a Roman Bondarenko: un giovane oppositore morto il 12 novembre in ospedale dopo essere stato picchiato da sconosciuti a volto coperto che si sospetta possano essere uomini delle forze speciali oppure “tikhar”, persone in abiti civili che appoggiano la polizia del regime bielorusso.

Secondo i media, Roman Bondarenko era intervenuto in una diatriba tra alcuni abitanti locali e gli uomini a volto coperto che stavano togliendo da un cortile dei nastri bianchi e rossi simbolo dell’opposizione.

Articoli Correlati