CRONACHEԑ PRIMO PIANO

Usurai con i proventi dello spaccio di droga, operazione dei carabinieri sventa una gang

TORINO. Due crimini disgustosi e infami, il traffico della droga e lo strozzinaggio. Vere attività da infami. Prestavano a tassi usurari il denaro ottenuto con il traffico di stupefacenti, ma mettere la parola fine a questa rete è stata un’operazione condotta con successo dai carabinieri. Dalle prime luci i carabinieri stanno eseguendo a Torino e dell’hinterland del capoluogo piemontese 17 misure cautelari in carcere, emesse dal gip del Tribunale di Ivrea su richiesta della locale Procura, nei confronti di altrettante persone.

Sono ritenute responsabili, a vario titolo, di concorso in usura, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente, porto abusivo d’arma da fuoco, riciclaggio e traffico internazionale di autovetture rubate. L’indagine dei militari dell’Arma nasce dal suicidio di una vittima che non riusciva a pagare debiti con tassi d’interesse pari al 94%. Identificati due usurai, è stata individuata una complessa attività criminale che coinvolgeva anche altri complici a loro collegati per lo spaccio di cocaina, alcuni dei quali contigui a esponenti di una locale di ‘ndrangheta. Scoperti anche episodi di ricettazione e di riciclaggio di auto di lusso destinate al mercato estero.

Articoli Correlati