• IL SANTO DEL GIORNO

Venerdì Santo, è il giorno della Passione di Cristo

Il Venerdì Santo è uno dei giorni più importanti prima della Pasqua e fa parte del cosiddetto Triduo Pasquale. Oggi è il giorno in cui generalmente si svolge la Via Crucis, che precede la passione e la crocefissione di Cristo. Al Venerdì Santo si celebra il significato della Croce (e nella Santa Messa è infatti prevista l’adorazione della Croce) e del sacrificio che Gesù ha fatto per gli uomini.

Le letture della Santa Messa del Venerdì Santo raccontano proprio la solitudine di Gesù, il tradimento dei suoi discepoli, la sua prova più grande: accettare di fare ciò che il Padre gli ha chiesto, cioè dare la vita per salvare l’umanità dal peccato. Infatti prima del Vangelo spesso si cantano queste parole: “Per noi Cristo si è fatto obbediente fino alla morte e a una morte di croce. Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome”.  Proprio per testimoniare questo momento così duro, il Venerdì Santo è tradizione che le campane delle chiese non suonino. Addirittura, un tempo si annodavano i cordoni con il quale il sacerdote era solito farle suonare.

Tra l’altro, la celebrazione del Venerdì Santo è diversa dalle altre del resto dell’anno. Tanto per cominciare non si celebra l’Eucarestia, ma il sacerdote distribuisce la comunione utilizzando delle ostie consacrate nei giorni precedenti. La liturgia si celebra nel pomeriggio e al centro della funzione c’è la Passione di Cristo e si legge il Vangelo di Giovanni 18, 1-19, 42 in cui l’evangelista racconta gli avvenimenti che vanno da tradimento e bacio di Giuda alla deposizione di Gesù nel Sepolcro da parte di Giuseppe d’Arimatèa e Nicodemo. Nel Vangelo del Venerdì Santo è quindi raccontato anche l’incontro con Pilato, l’episodio del tentativo di liberazione scambiandolo con Barabba, il pianto di Maria Vergine e di Maria Maddalena sotto la Croce di Gesù. E’ una lettura abbastanza lunga se confrontata con il Vangelo delle altre domeniche ed è certamente un momento che richiede riflessione e raccoglimento.

Nel Vangelo è chiara anche la presenza di Maria Maddalena. Oltre alla lettura del Vangelo e all’Eucarestia durante la messa del Venerdì Santo è fondamentale anche il momento di adorazione della Croce. In genere la Croce viene portata coperta da un velo e poi scoperta man mano dal sacerdote che nel frattempo recita la formula “Ecce lignum crucis”.

Tags

Alessio Yandusheff-Rumiantseff

Sacerdote cattolico, nato a San Pietroburgo nel 1973, attualmente vive a Roma dove svolge il suo servizio pastorale ed accademico. Dottore in Teologia e professore. Ha compiuto gli studi in genetica a San Pietroburgo, in filosofia in Liechtenstein e in teologia alla Pontificia Università Lateranense e alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. È cappellano della Facoltà di Economia dell'Università La Sapienza. Collabora con le riviste teologico-filosofico-storiche "Traditio viva" e "Folia petropolitana" in qualità di redattore e traduttore.

Articoli correlati