• TURISMO

Venezia, dal primo agosto bandite le navi da crociera in Laguna

Finalmente il Decreto legge che aspettavamo: le Grandi Navi attraccheranno provvisoriamente a Marghera e questa volta è un Decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri.

Da tempo se ne parlava, da troppo tempo, ed ogni volta che caminavamo nella città più conosciuta e amata al mondo, dovevamo fare i conti con veri e propri grattacieli sull’acqua, proprio in Laguna.

Sfilavano davanti a Piazza San Marco e sul canale della Giudecca. Ogni volta un colpo al cuore ed un danno inestimabile alla città costruita sull’acqua dalla Serenissima. Non fu un’impresa da poco deviare corsi millenari di fiumi come il Piave e il Brenta, ma riuscirono a realizzare quest’impresa titanica proprio per proteggere la Laguna.

Ma ultimamente il suo equilibrio era stato così sconvolto da portare nuove forme di vita, “organismi detti appunto alloctoni o alieni” – come faceva presente Agnese Marchini, ricercatrice dell’Università di Pavia, “con le grandi navi le specie esotiche arrivano in diversi modi: scaricate dall’acqua di sentina (cioè quella che si raccoglie nella parte inferiore dello scafo, dove si mescola a carburanti, acque nere, eccetera) o aggrappate alla chiglia delle navi o nelle parti interni delle tubature, dove avvengono continui ricambi d’acqua, si creano degli acquari… Tutto questo avviene in ogni grande nave commerciale, cargo e crociere turistiche comprese”.

Per comprendere al meglio la situazione che ha portato a questa decisione è sufficiente capire quanti danni siano stati causati dal continuo spostamento d’acqua provocato dalle eliche di queste navi, dal sollevamento di fanghi, rifiuti chimici e conseguente deturpazione della fauna e della flora locali.

D’ora in poi niente più danni all’ambiente della laguna, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini lo annuncia con orgoglio ed il nostro Premier Draghi si dice soddisfatto per la tutela della città di Venezia.

Il Valore dell’ambiente che ci circonda. Ed il mondo ringrazia.

Tags

Cristina Baron

Nata a Brescia, a 18 anni mi sono trasferita a Londra per un periodo. Al ritorno ho conseguito a Milano la laurea con indirizzo internazionale pubblicistico. Vivo a Torino da 30 anni ed ho un figlio. Mi sono sempre occupata di scrittura anche ricoprendo ruoli imprenditoriali. Ho scritto e pubblicato due romanzi e ne ho altri nel cassetto. Il mio lavoro, la mia vita sono da sempre accompagnati da incessante curiosità ed inguaribile passione.

Articoli correlati