VIDEO

|VIDEO| Cinquanta sfumature di Conte manda in visibilio le sue ‘bimbe’

La nuova esilarante parodia di Gerardo Bosso, ispirata al film campione d'incasso diretto da Sam Taylor-Johnson, fa impazzire le ammiratrici del premier.

Educato, intenso, intelligente. Un po’ mi ha imbarazzato“. Comincia con questa frase l’ultima parodia creata da Amarcord Produzioni, alias sotto il quale si cela l’abile e ironico video creator Gerardo Bosso, un’affermazione che descrive il protagonista di quest’ultimo filmato: niente di meno che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

La clip si ispira al film campione di incassi “Cinquanta sfumature di grigio“, uscito in sala nel 2015 e diretto da Sam Taylor-Johnson, adattamento cinematografico del omonimo romanzo del 2011 scritto da E. L. James. La nuova realizzazione, non a caso, è intitolata “Cinquanta sfumature di Giuseppe Conte“. La parodia ha mandato in visibilio le ammiratrici del premier, le cosiddette “Bimbe di Conte“, che hanno apprezzato notevolmente il video. Un successo testimoniato dalle oltre 215mila visualizzazioni, 4800 condivisioni, 2mila commenti e 9600 reazioni ottenute in un solo giorno di pubblicazione su Facebook, senza considerare le oltre 15mila views su Youtube a cui si aggiungono quelle ottenute su Instagram.

Il premier per l’occasione veste i panni di Christian Grey al quale vengono poste diverse domande, come ad esempio quali siano i suoi interessi al di fuori dell’attività lavorativa o quale sia il segreto del suo successo. Domande che trovano una replica direttamente dalla vera voce di Conte, abilmente estrapolata da un’intervista rilasciata qualche tempo fa. Ma il quesito più scottante riguarda la possibile relazione con un’altra donna che indispettisce la protagonista Anastasia Steele, ruolo recitato sul grande schermo da Dakota Johnson: la rivale sentimentale nella fattispecie è Angela Merkel.

Il premier la definisce una persona “di grande affidabilità“, ma alla esplicita domanda “Ci sei andato a letto?”, il presidente del Consiglio si trincera dietro un semplice quanto poco credibile “Non ho detto questo“.

Nel filmato si segnalano diverse ‘chicche’, come ad esempio la presenza di un poster sulla parete di una reception che vede il premier a petto nudo, oppure quella di un quadro raffigurante Vittorio Sgarbi, mezzo nudo, seduto su un water. Senza dimenticare l’immancabile balletto dell’ex senatore Antonio Razzi, oltre la presenza di Giorgia Meloni e Matteo Salvini che hanno addirittura alcuni dialoghi nella clip.

  • cinquanta sfumature Conte
  • cinquanta sfumature Conte
  • cinquanta sfumature Conte
  • cinquanta sfumature Conte

Dulcis in fundo la clip termina con la presenza di un altro ricorrente protagonista delle parodie di Amarcord Produzioni, ovvero quella di Vincenzo De Luca: nell’ultima scena il presidente della Regione Campania appare dietro le spalle della bella protagonista e la coglie di sorpresa affermando: “Ciao fiorellino“.

Sarebbe bello poter mostrare la video parodia a Giuseppe Conte e assistere dal vivo alla sua reazione. Dopo i giorni intensi vissuti in sede di Consiglio europeo la visione di questa simpatica parodia potrebbe dargli modo di dimenticare per qualche minuto lo stress accumulato e farsi una sana e grassa risata. Però poi sarebbe assalito dal terrore che possa essere vista dalla cancelliera Merkel e che la leader tedesca possa maturare l’idea di saltargli addosso alla prima occasione possibile.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati