TECHԑ PRIMO PIANO

Wikipedia oggi bloccata per 24 ore in Italia

TORINO. Dopo il blocco completo di 24 ore, in diverse nazioni europee della famosa enciclopedia web Wikipedia, oggi è arrivato anche il momento dell’Italia. La pagina italiana è stata oscurata in vista del voto sulla riforma del copyright del 26 marzo, dalle 8.00 di oggi, per 24 ore, tutte le pagine rimanderanno ad un banner informativo sulla riforma del diritto d’autore, in vista del voto in plenaria dal Parlamento europeo di domani. “La comunità – afferma – si è schierata nuovamente a favore di un’azione forte di protesta, volta a far sapere al maggior numero possibile di cittadini come la nuova Direttiva potrà influire negativamente sulla libertà di espressione e la partecipazione online“. Giovedì scorso erano state oscurate le versioni linguistiche in tedesco, sloveno, ceco e danese, oggi si sono unite oltre a quella italiana, la catalana e il gallego asturiano.

Nell’iter di approvazione della normativa diversi europarlamentari e mezzi di informazione hanno taciuto sui dubbi di migliaia di persone e organizzazioni, limitandosi a magnificare i punti che faranno piacere ad alcuni degli attori in gioco.– ha commentato Maurizio Codogno, portavoce di Wikimedia Italia – Ora, con un testo definitivo che nella parte relativa all’obbligo di nuove licenze è ancora peggiore, la strategia scelta è evitare del tutto di parlarne. Il silenzio di Wikipedia è la risposta a questo silenzio.Wikimedia Italia invita tutti ad attivarsi a sostegno dell’azione dei volontari, scrivendo o contattando i nostri rappresentanti in Parlamento europeo, per invitarli a non votare a favore di una riforma che porrà forti limitazioni alla diffusione della conoscenza aperta e alla libertà di espressione in Rete”.

Informazione di servizio

Nel caso in cui foste interessati a consultare da subito la famosissima enciclopedia libera potete farlo aggirando il blocco italiano connettendovi alla pagina www.wikipedia.org e scegliere di visitare la pagina nelle altre lingue che non siano quelle citate precedentemente con il blocco odierno.

Loading...
Tags

Articoli Correlati