SPORTԑ PRIMO PIANO

Zaniolo, maledetta sfortuna: rottura del crociato anteriore sinistro. Domani l’operazione

Per il gioiellino della Roma si tratta del secondo grave infortunio subito in questa stagione. Ci vorranno almeno sei mesi per rivederlo in campo.

È un 2020 da incubo quello che sta vivendo un giovane calciatore italiano considerato tra i più talentuosi a livello internazionale: si tratta di Nicolò Zaniolo, classe 1999, che ieri sera durante l’incontro di Nations League tra Italia e Olanda durante un contrasto aveva subito un infortunio che il medico della Nazionale durante l’intervista post partita sulla Rai aveva definito “una distorsione importante del ginocchio“. L’esito degli esami effettuati questa mattina a Villa Stuart, a Roma, sono stati implacabili ed hanno sentenziato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro.

La dinamica dell’ifortunio

Il 21enne di Massa, compiuti il 2 luglio scorso, ieri era stato schierato titolare dal CT Roberto Mancini per completare il trio di centrocampisti formato da Jorginho e Locatelli. Il grave infortunio è stato determinato da uno scontro di gioco avvenuto al 40esimo del primo tempo con il centrocampista orange van de Beek. Nella dinamica del contrasto è stato colpito il ginocchio destro, quello già operato, ma ad avere la peggio è stato il sinistro. Apparso molto dolorante e scuro in volto Zaniolo era poi stato costretto ad abbandonare il campo, sostituito da Moise Kean.

zaniolo rottura crociato

Niccolò Zaniolo, il secondo pesante infortunio del 2020

Il centrocampista giallorosso subisce il secondo importante infortunio dell’anno: il 12 gennaio 2020, nel match all’Olimpico contro la Juventus, si era già rotto l’altro legamento crociato anteriore, quello destro, a causa di un doppio intervento falloso subito dalla coppia Rabiotde Ligt. Per l’ex trequartista della primavera dell’Inter c’erano voluti quasi sei mesi per poter rivedere il campo beneficiando, se così si può affermare, dell’allungamento del campionato dovuto allo stop forzato per l’emergenza sanitaria che ha interessato il Belpaese e il mondo intero. In numero 22 della Roma è nuovamente sceso sul rettangolo di gioco il 5 luglio nella trasferta al San Paolo contro il Napoli.

Gli esami a Villa Stuart

Rientrato in Italia nella notte da Amsterdam, il talentino è arrivato presso la clinica romana accompagnato dalla fidanzata. Leggermente claudicante ma senza stampelle, all’arrivo Zaniolo aveva preferito non rilasciare alcuna dichiarazione. I test clinici effettuati in clinica hanno confermato i timori della vigilia: rottura del crociato sinistro. Domani è stata fissata l’operazione per la ricostruzione del legamento. Si ipotizza che come nell’infortunio precedente ci vorranno circa sei prima che possa tornare a disputare una partita ufficiale.

Il comunicato ufficiale della Roma

Dopo la conferma dell’infortunio l’AS Roma ha comunicato ufficialmente l’esito della visita: “Nicolò Zaniolo è stato sottoposto a risonanza magnetica a Villa Stuart. L’iniziale sospetto diagnostico è stato confermato: il calciatore ha riportato la lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e domani verrà sottoposto a intervento chirurgico“. La società ha poi invitato i tifosi giallorossi a far sentire la propria vicinanza verso il ragazzo e di inviare numerosi messaggi di sostegno.

Il post di Niccolò Zaniolo su Instagram

Il gioiellino giallorosso ha pubblicato un messaggio su Instagram per informare tutti sulle sue condizioni fisiche e ringraziare i tantissimi sostenitori: “Per le tantissime persone che mi stanno chiedendo come sto, stamattina ho svolto le visite di rito che hanno evidenziato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro! Ringrazio tutti quanti sia tifosi della Roma che no per il supporto…tornerò presto!“.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati