• 18 Gennaio 2021
  • ACCADDE OGGI

Accadde oggi… un terremoto ad Haiti provoca oltre 200 mila vittime

L’Italia era appena stata colpita qualche mese prima, il 6 aprile 2009, dal terremoto dell’Abruzzo, quando tocca ad Haiti subire la furia della natura: il 12 gennaio 2010 una scossa sismica di magnitudo 7.0 Mw provoca una catastrofe nello splendido arcipelago caraibico. L’epicentro del terremoto è localizzato a circa 25 chilometri in direzione ovest-sud-ovest della capitale  Port-au-Prince. La scossa principale si verificata alle ore 16.53 locali a 13 km di profondità. Lo United States Geological Survey (USGS) registrato una lunga serie di repliche nelle prime ore successive al sisma, quattordici delle quali di magnitudo compresa tra 5,0 e 5,9 Mw.

Al momento in cui si verifica, è il terremoto con il più alto numero di morti secondo solo al Terremoto dello Shaanxi. A causa della povertà e dell’isolamento del Paese e in seguito a gravi danni alle infrastrutture di comunicazione, non è possibile definire con certezza il numero di vittime. Quelle stimate al 24 febbraio 2010 sono 222.517, ma secondo alcune fonti avrebbero superato le 300 mila. Secondo la Croce Rossa Internazionale e l’ONU, il terremoto sconvolge comunque la vita a più di 3 milioni di persone.

I primi a prestare soccorso ai sopravvissuti, che scavavano a mani nude alla ricerca dei propri cari sotto le macerie, sono venezuelani e cubani (questi ultimi già presenti nel paese con una missione medica), cui si aggiungono in seguito volontari di molte altre nazioni.

Tags

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Leggi ancora