DAL MONDOPERSONAGGIԑ TOP NEWS

Addio a Peter Fonda, con il film Easy Rider segnò una generazione

LOS ANGELES. Peter Fonda è deceduto nella sua abitazione di Los Angeles all’età di 79 anni: l’attore era malato da tempo di cancro ai polmoni. Figlio di Henry e fratello di Jane, Peter Fonda era una leggenda a Hollywood, e con il suo Easy Rider segnò una generazione al fianco di Jack Nicholson e Dennis Hopper. Per quel film che entrò nella storia del cinema e divenne simbolo della controcultura, non si limitò a recitare, ma partecipò anche alla sceneggiatura e alla produzione. A settembre avrebbe dovuto partecipare alle celebrazioni per i cinquant’anni della pellicola.

Nato a New York, Fonda aveva esordito nel mondo dello spettacolo nel 1961 con il debutto a Broadway. Due anni dopo invece arrivò l’esordio a Hollywood in Tammy and the Doctor prima e nella saga sulla Seconda Guerra Mondiale The Victors poi. Come Wyatt in Easy Rider diventò simbolo di un’intera generazione. Successivamente guadagnò diversi riconoscimenti, fra i quali due Golden Globe, due nomination all’Oscar e una agli Emmy.

“È uno dei momenti più tristi della nostra vita, non siamo in grado di trovare le parole adatte per descrivere il nostro dolore – afferma la famiglia Fonda –. Invitiamo tutti a celebrare il suo indomabile spirito e il suo amore per la vita. In onore di Peter, brindate alla libertà”.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati