SPETTACOLIVIDEO

Albanese riporta al cinema Cetto, sovrano di una realtà mostruosa

Domani 21 novembre esce nelle sale cinematografiche il nuovo film dell’attore italiano Antonio Albanese, “Cetto c’è senzadubbiamente”, che fa il tris con i precedenti “Qualunquemente” e “Tutto tutto niente niente”. Il protagonista veste i panni del politico cialtrone, e questa volta porta all’estremo il personaggio, diventando sovrano. «Siamo stati scavalcati dalla famiglia reale. Non so davvero cosa dire di questa cosa senza troppa dignità se non che supera di molto la mia stessa comicità espressionista», afferma Albanese, in riferimento allo spot con Emanuele Filiberto di Savoia per la serie Netflix, “The Crown”.

Il video con l’artista Guè Pequeno

Riguardo al tema “monarchico” del film, Albanese spiega: «Non guardo certo a una sola persona. Faccio un esempio: in Svezia il primo partito è di ultra destra.  È vero che la parola sovranismo sottintende un sovrano, e questo mi spaventa un po’ anche per il futuro dei miei figli». Nel cast sono presenti Nicola Rignanese, Caterina Shulha, e Gianfelice Imparato, mentre per la sceneggiatura Antonio Albanese è stato affiancato da Piero Guerrera, noto autore televisivo con cui ha scritto i primi due film, e la regia è di Giulio Manfredonia. La colonna sonora “Io sono il Re” di Cetto c’è senzadubbiamente è stata curata dall’artista Guè Pequeno. «È stato un sogno lavorare con Antonio Albanese», ha detto il rapper italiano. “Il feat dell’anno, Senzadubbiamente”, ha twittato la Vision Distribution, la casa di distribuzione cinematografica italiana del film.

Articoli Correlati