CRONACHEԑ TOP NEWS

Anche l’Ansaldo di Genova riparte ma c’è bisogno di un accordo dopo la sospensione di due mesi

GENOVA. Ansaldo Energia e le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto un accordo per incentivare la produttività dopo la sospensione delle attività dovute all’ emergenza Covid. Lo rende noto la Fim Cisl. “E’ evidente la necessità di recuperare i circa 2 mesi e mezzo di fermo aziendale.

Se ci riusciremo ci permetterà di rispettare i tempi di consegna previsti per le varie commesse in lavorazione (Porto Marghera, Turbigo e Presenzano), evitando così il rischio di incorrere in penali, che in questo particolare momento aziendale, potrebbero avere impatti estremamente negativi”, spiega Marco Bergamini, delegato della Fim Cisl Genova. L’ accordo è valido a partire dall’ 1 giugno al 31 dicembre, è su base volontaria e prevede un bonus una tantum da 600 a 100 euro lordi in base ai turni (6 ore) effettuati che vanno da 5 a 15 da fare tra sabato e domenica.
    “Come Fim riteniamo sia un ottimo accordo che premia la disponibilità dei lavoratori e delle lavoratrici, puntando al raggiungimento di obiettivi strategici aziendali”, sottolinea Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria.  Una forte volontà di ripresa in una realtà lavorativa che da sempre è fortemente legata al tessuto sociale di Genova.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati