CULTURAԑ PIEMONTE

Andar per archivi, un modo originale per visitare “Archivissima”

TORINO. Il Festival degli Archivi “Archivissima” torna in città dal 12 al 15 aprile: quattro giorni all’insegna della scoperta e del racconto, per approfondire la conoscenza dei patrimoni culturali, quali le collezioni e la storia degli archivi. In calendario sono previsti workshop, laboratori didattici, conferenze, esposizioni artistiche, colazioni a tema, tour archivistici alla scoperta di luoghi e protagonisti della memoria. Inoltre, ci saranno numerosi talk, la seconda edizione del Contest per le scuole, e, per ” la Notte degli Archivi”, cuore dell’evento, è in programma qualcosa di speciale secondo gli addetti ai lavori.

Nella sede del Polo del ‘900, partner culturale, bambini, studenti, operatori del settore, cittadini appassionati di cultura, e archivisti potranno inoltrarsi in questa seconda edizione del festival. Quella del 2018, dai dati raccolti, è stata un successo: 150 Archivi aderenti, 170 eventi, 62 sedi sparse per Torino, circa 10mila visitatori, e 15 location per la terza edizione della Notte degli Archivi . È infatti da questa esperienza, una manifestazione organizzata dall’Associazione Archivissima e promossa da Promemoria, che è nata Archivissima.

Il tema del 2019 per questa vasta narrazione collettiva sarà il superamento delle barriere, ricordando anche gli anniversari di tre momenti importanti della storia del Novecento, simboli della volontà di superare ogni barriera: la caduta del muro di Berlino, lo sbarco dell’uomo sulla Luna, e la pubblicazione del manifesto del Futurismo.

Immagini tratte dalla pagina Facebook Archivissima

Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati