SPORTԑ TOP NEWS

Andrea Iannone positivo a un controllo antidoping: sospeso

ROMA. Il pilota della Motogp Andrea Iannone è stato sospeso dalla Federazione internazionale di motociclismo perché risultato positivo ad un controllo antidoping. In un campione delle sue urine sono state trovate tracce di steroidi anabolizzanti. La sospensione è stata automatica, dopo che la Federazione aveva ricevuto da uno dei centri analisi accreditati dalla WADA, l’organizzazione mondiale anti-doping, la segnalazione di un test anti-doping non superato da Iannone. Gli esami, svolti da un laboratorio a Dresda, in Germania, avevano mostrato la presenza di sostanze proibite in un campione di urine consegnato da Iannone durante i giorni di gara per il Gran Premio di Sepang, in Malesia.

Il trentenne pilota dell’Aprilia, impegnato nella categoria MotoGp, la più importante dei campionati di motociclismo, potrà chiedere l’analisi di un altro campione di urine consegnato in Malesia – non potrà partecipare a gare professionistiche fino a quando non sarà revocata la sospensione. Il campionato di MotoGp di quest’anno è già finito e Iannone si è classificato in sedicesima posizione.

“Sono totalmente tranquillo e ci tengo a tranquillizzare i miei tifosi e Aprilia Racing – scrive Iannone su Instagram -. Mi rendo disponibile a qualunque contro analisi in una vicenda che mi sorprende, anche perché ad ora non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Negli anni, e anche in questa stagione, mi sono sottoposto a continui controlli, risultando ovviamente sempre negativo per questo ho la massima fiducia nella conclusione positiva di questa vicenda”.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati